RavelloLab 2019: dove si decide parte del futuro istituzionale della cultura

Dal 24 al 26 Ottobre 2019 Arteprima Progetti - con Francesco Cascino e Filippo Riniolo - ha partecipato all’annuale appuntamento organizzato dal Centro Universitario per i Beni Culturali, Federculture, Confindustria e il Festival di Ravello stesso, su invito proprio di Federculture. In questa 14esima edizione dell’International Forum, i cui risultati sono destinati ai tavoli del Governo e del MiBact sotto forma di raccomandazioni di esperti e professionisti della Cultura, si discuteva di due temi centrali: il partenariato pubblico-privato e i sistemi di valutazione e misurazione degli impatti della cultura sui territori e le persone.

Arteprima Progetti ha presentato i semi istitutivi del Manifesto Art Thinking facendo tre proposte: una relativa all’inserimento a monte e a valle della vita pubblica e privata di artisti e curatori (Art Thinking), una sulla urgente soluzione no profit alla progettazione culturale per zone di mafia e periferie, l’ultima sull’education per la politica, i dirigenti statali, gli assessori, i direttori di mueso e gli operatori da rimettere insieme nella stessa "aula", tutte categorie che oggi non si parlano e non si incontrano mai. L’idea, strutturata e complessa, di inserire arte e pratiche dell’arte nei processi produttivi, agricoli, ambientali, scolastici e politici del Paese è piaciuta moltissimo a MiBact e Confindustria, che hanno aderito moralmente al Manifesto. Nelle prossime settimane si deciderà come proseguire la sperimentazione con progetti pilota.

Leggi l’articolo di ARTRIBUNE sul Manifesto Art Thinking presentato a RavelloLab
flagHome×